Casa nuova negli Stati Uniti

Ecco cosa fare per cercare una casa vera. Operazione che dipende molto dalla nostra disponibilità economica; possiamo andare in affitto o comprare subito.

Apro una parentesi sui mutui; negli Stati Uniti vige un sistema che si chiama “credit history”. Ogni persona ha una sua personale “storia”, sulla quale le banche si basano per stabilire la percentuale di interesse di un mutuo o di un prestito più piccolino. Consiglio quindi, per chi è interessato ad accendere un mutuo, di fare qualche altro piccolo acquisto a rate, per costruirsi una storia. Questo perchè al primo finanziamento il tasso di interesse è esagerato (si può arrivare anche a 20%), per poi scendere con l’andare del tempo. Si può quindi iniziare a pagare l’auto a rate, anche se i contanti si avrebbero, piuttosto che la tv nuova, o la playstation. In questo modo, al momento dell’accensione del mutuo, avremo una storia e quindi un tasso di interesse molto più basso. La credit history è molto importante per chi decide di vivere negli USA; senza di essa, non vi rilasceranno neanche la carta di credito.

House

Eravamo rimasti alla scelta tra affitto e acquisto; la mia esperienza è legata all’affitto, scelta sicuramente più comune per chi inizia l’avventura o per chi non vuole rimanere per sempre, per lo meno nella stessa città. La scelta è vasta, anche come tipologia di residenza; si può spaziare dall’appartamento che consiste in una camera da letto ad una casa da 3 o 4 camere con annesso giardino e garage, passando per le “townhouse”, che sono delle casette su due piani (se ne trovano addirittura da una camera da letto soltanto).
L’appartamento si affitta quasi sempre in complessi resideziali privati; questo comporta dei vantaggi, come l’avere campi da tennis, palestre e piscine sempre compresi nel canone di affitto, usufruibili da tutti i residenti. Inoltre, qualsiasi cosa si possa rompere nell’appartamento (che non sia colpa nostra, ovviamente), verrà sostituito entro 24 ore e senza costi aggiuntivi (a me si è rotto 2 volte il boiler, che mi è stato sostituito sempre senza dover pagare nulla in più). Un altro vantaggio è che nei complessi, la maggior parte delle volte, è possibile affittare anche se non si è in possesso di un visto (non è il nostro caso).

Pool

Lo svantaggio principale è lo spazio, ma in Italia siamo abbastanza abituati a vivere in appartamenti, quindi non dovremmo avere problemi di adattamento. Nel caso si pensi sempre al “sogno americano”, possiamo puntare ad affittare (anche se secondo il famoso sogno, dovremmo comprarla) una casa; anche in questo caso si va dalla semplice camera da letto e un bagno, alle 10 camere da letto e 15 bagni (tutto dipende dalle esigenze e dalla situazione economica). Anche le case è possibile trovarle nei complessi, dispondendo quindi di tutti i benefici; in più, avremmo un nostro giardino privato, nel quale fare qualche grigliata ogni tanto, e un garage, singolo o doppio, per proteggere la nostra amata (almeno nel mio caso) automobile.
C’è chi dice che la verità sta nel mezzo, quindi l’altra possibilità è la townhouse; si tratta di casettine di 2 piani una attaccata all’altra, quindi non autonome, ma libere solo su 2 lati (fronte e retro). La differenza rispetto all’appartamento è che spesso includono un garage e un piccolo giardinetto sul retro della casa, separato da quello dei vicini; anche quest’ultime si possono trovare all’interno di complessi residenziali.

Se volete farvi un’idea sui prezzi, piuttosto che sulle tipologie di case, consiglio di visitare il sito http://atlanta.craigslist.org/apa/, famoso portale di annunci statunitense (nel dettaglio, link di Atlanta).

Residential

Il mio consiglio è quindi di affittare all’interno di un complesso resideziale, visti i vantaggi (piscina, tennis etc), il risparmio nel caso di guasti e la manutenzione gratuita; è vero che l’affitto potrebbe essere un po’ più elevato, ma ne vale la pena, anche perchè nella maggior parte dei casi i complessi sono recintati e chiusi da cancelli automatici e i telecomandi sono solamente in possesso dei residenti; il tutto a vantaggio della sicurezza.
Affittare invece la casa da privato potrebbe portare un risparmio del canone, ma questo sarebbe l’unico vantaggio; posso assicurarvi che avere una piscina a disposizione tutta l’estate, anche se in comune con gli altri residenti, è davvero bello.
Volevo però far notare che negli Stati Uniti sono in vendita case di ogni tipo e ogni prezzo. Dai 15 milioni ai 10 mila dollari; esatto, 10 mila. Ovviamente per quella cifra si comprerà una casa molto piccola, non tenuta benissimo, ma pur sempre una casa. Sarà anche in una zona povera, non sicura, ma è notevole pensare che anche solo con 10 mila dollari si possa COMPRARE un posto in cui vivere, vicino alla città, per quanto brutto esso sia.


 

Facebooktwitterlinkedinmail

Lascia un commento