Siena e San Gimignano. Borghi della Toscana.

Settembre. La bella stagione volge verso il termine, le giornate diventano grigie e corte, le temperature si abbassano. Occorre quindi approfittare degli ultimi weekend soleggiati per fare qualche gita fuori porta.

Siena

Siena, forse una delle mie città preferite di sempre, dopo averla vista. Una scelta azzeccata, nonostante fosse la prima volta per me qui. Il programma è quasi monotono, ovvero casa su airbnb, viaggio in auto con BlaBlaCar e pasti al miglior prezzo possibile. Si parte quindi al mattino da Bologna, verso le 9, visto che la meta è davvero vicina, per arrivare appunto verso le 11.15, orario perfetto! Con gran fortuna la stanza del B&B è libera ed è subito possibile effettuare il check-in.

Viaggio in compagnia di un amico, quindi doppio vantaggio, economico e sociale! Capiamo subito che il B&B è in un’ottima posizione, poichè il parcheggio non è un problema e il centro storico è raggiungibile in 25 minuti circa a piedi (in salita però!). Il centro non è accessibile alle auto e nei dintorni i parcheggi sono con disco orario. Consiglio quindi il posto nel quale ho alloggiato, visibile qui. Sarebbe addirittura preferibile andare in treno, nel caso vogliate soggiornare nel cuore della città.

Siena

Siena è un borgo, racchiuso tra le mura e accessibile da alcune “porte”, un po’ come a Bologna, anche se totalmente diverso. Nel centro storico le auto sono molto limitate e questo va tutto a vantaggio delle persone che vogliono passeggiare tranquillamente. Ci sono molte osterie tipiche, negozi per lo shopping, bar; forse troppi negozi stile “trappola per turisti”, nei quali si vedono le solite borse “I love Siena” e magneti ricordo (che io, ovviamente, ho comprato! 🙂 ).

Come da tradizione cerco sempre di chiedere informazioni a chi è del posto, soprattutto sui posti nei quali mangiare; così ho fatto durante il mio viaggio con BlaBlaCar e la tecnica ha pagato ancora! Primo pranzo effettuato presso l’Osteria il Grattacielo, un posto molto tipico e alla mano.

Siena

Si entra, si scelgono un paio di “portate” che vengono messe in un unico piatto, magari accompagnate da un buon mezzo litro di rosso, come abbiamo fatto noi.

Siena

Inutile dire che è tutto ottimo. Utile invece dire che il prezzo è stato di 10 euro, davvero conveniente.

Per il resto la città secondo me è visitabile in una giornata piena, se non si hanno particolari pretese. Ci sono molti turisti, quindi per alcune chiese o attività potrebbe esserci una discreta coda. L’unica “attrazione” che ci siamo concessi è stata la salita sulla Torre del Mangia, per godere del panorama della città. Si sale a piedi, dopo una lunga scalinata, molto stretta.

Siena

La vista è sicuramente suggestiva, anche se secondo me il prezzo per la salita è esagerato: 10 euro.

IMG_4325

Da non perdere è la Cattedrale di Siena, che però abbiamo visto solo dall’esterno. Sinceramente l’idea di pagare per vedere una Chiesa non mi piace, senza inoltre contare la, seppur piccola, coda per i biglietti e per l’ingresso. Se però siete interessati pare che sia davvero una delle Cattedrali più belle al mondo

IMG_4309

La giornata si conclude quindi con una mezz’oretta sdraiati a rilassarci in Piazza del Campo, dove l’atmosfera è davvero molto bella; bambini che giocano, amici che parlano, coppie vivono dolci momenti. Giusto una pausa mentre si aspetta l’ora di cena e, soprattutto, per decidere dove mangiare.

Qui non avevamo suggerimenti e di TripAdvisor spesso ho imparato a non fidarmi; si va quindi ad istinto. Durante il giorno abbiamo fatto una piccola pausa in un bar/ristorante gestito da due ragazzi giovani, nel quale abbiamo gustato due buone grappe barricate di Chianti. Vuoi il servizio, vuoi la simpatia dei gestori.. bè, ci siamo tornati per cena!  (sito web del locale).

Siena

Affettati a volontà e pici al ragù di anatra, piatto tipico di Siena. Si tratta di una specie di bucatini, ma non bucati. Rimane quindi un po’ più pesante, poichè bella spessa, ma comunque buona! La giornata finisce così, tra mezzi litri di vino e mangiare a volontà; sommiamo ore e ore di cammino nei sali scendi di Siena e poi capirete perchè alle 23 eravamo già in stanza con la luce spenta!

Per concludere su Siena: è un posto molto suggestivo, fatto di vie antiche e strette. Non ci sono costruzioni moderne e ciò si nota anche negli interni di negozi e ristoranti. Davvero un posto unico, da visitare per forza almeno una volta nella vita.

IMG_4320 Siena Siena

Domenica. Che fare? Tornare a girare per Siena oppure nei dintorni c’è qualche altro posto interessante da vedere? San Gimignano! Ottimo, si parte per una rapida visita!

Di sicuro non ci siamo pentiti; San Gimignano (centro) è protetto dall’UNESCO in quanto borgo tipico medievale. Riprende sicuramente lo stile di Siena, ovvero borgo circondato da mura con varie porte di accesso. Il centro non è accessibile alle auto e all’esterno ci sono molti parcheggi, ma tutti a pagamento e cari (si parla di 2 euro l’ora!).

E’ piccola, quindi si gira in poco tempo e si riesce a vedere tutto ciò che offre, come la piazza con le torri, i panorami dalle mura, i negozi tipici di artigiani, etc.

San Gimignano

San Gimignano

E’ bella, non lo si può negare, ma la quantità di turisti è estrema. Si passeggia all’interno e sembra quasi una città senza abitanti. Non si intravedono persone del posto, è come essere in una città fantasma popolata solo da turisti di passaggio. Per questo motivo ho preferito Siena, anch’essa con tantissimi turisti, ma ben mischiati ai senesi e agli studenti del posto.

Per finire, è stato un weekend interessante, all’insegna del buon cibo e del Chianti, tra le meravigliose campagne Toscane, spendendo il giusto.

BUDGET previsto all inclusive 1 notte: non previsto

SPESE REALI VIAGGIO
Alloggio (1 notte): 41.5€ + 2.50€ (tassa)
Colazione (1): inclusa
Pranzo (2 ristorante, sab + dom)
: 10€ + 17€ = 27€
Cena (1 ristorante)20€
Trasporti: 36€ benzina / 17.8€ autostrada
“Risparmio” Blablacar: –41.4€
Extra (caffè, acqua, visite, parcheggi): 26€
TOTALE: 129.4€

Possibilità di risparmio:

  • Era disponibile una stanza a 10€ in meno, ma con matrimoniale invece di letti singoli
  • Sul pranzo della domenica e sulla cena del sabato si sarebbe potuto risparmiare. Inoltre ci sono molti locali di pizza al taglio. D’altro canto sarebbe un peccato rinunciare ai deliziosi affettati e al rosso del posto.
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Lascia un commento