Diario dei ricordi – Weekend ad Amsterdam

Il vantaggio di vivere a Stoccarda è sicuramente avere l’Europa a portata di mano. Le maggiori capitali e mete di turismo sono tutte raggiungibili anche in automobili, con percorrenze non esagerate (5-8 ore). Considerando il prezzo minore della benzina e le autostrade gratis in molti Paesi, viaggiare su strada è davvero conveniente, specie se si aggiunge il risparmio derivante dal car sharing.

Amsterdam

Amsterdam, tolti i soliti luoghi comuni, è stato uno dei viaggi più belli (tanto che ho replicato una seconda volta 🙂 ) in Europa. Una città meravigliosa, forse un po’ troppo conosciuta per sesso e droga, che però offre un’atmosfera unica. Gli olandesi la considerano una Venezia per i canali che la attraversano, vantandosi però che le loro acque non puzzano, poichè hanno messo in piedi un sistema di ricircolo forzato.

Amsterdam

Senza parlare del solito quartiere a luci rosse e dei coffee shop, vediamo cosa offre Amsterdam. Innanzitutto consiglio di prenotare una visita guidata “gratuita” in inglese; consiste in qualche ora in giro a piedi per la città guidati da un ragazzo che vi illustrerà alcune delle chicche della città (eccone un esempio). Alla fine della giornata si darà una mancia a piacere. Ad esempio, si potrò ammirare la casa più stretta di Amsterdam (quella rossa a sinistra del lampione)!

Amsterdam

Dopo il Free Tour, consiglio una zona che non è molto famosa tra la massa di turisti, ma che ha un fascino tutto suo. Si chiama NDSMIn pratica è un vecchio cantiere abbandonato trasformato in centro artistico, con tanto di bar e ristoranti. Si entra dentro il capannone e l’impressione è davvero quella di essere in un posto abbandonato. Dopo uno sguardo più attento, però, si possono scorgere delle “botteghe” di artisti, impegnati a dipingere quadri, a restaurare bici o anche a lavorare al PC in uffici ricavati in vecchi container.

NDSM Amsterdam

NDSM Amsterdam

La bellezza del posto è anche data dal fatto che non è frequentata dal turismo di massa (che si limita alla zona a luci rosse), quindi tranquilla ed esplorabile in tutta calma! Da tenere d’occhio gli eventi, che possono rivelarsi molto interessanti (clicca qui).

Non mi sento di consigliare il tour con la barca tra i canali; io l’ho fatto e ciò che ho apprezzato di più è stato il vedere da vicino le famose barche trasformate in vere e proprie case, ormeggiate lungo il “fiume”. Case molto esclusive e care che effettivamente meritano di essere ammirate. E’ vero però che si possono anche vedere passeggiando.

Amsterdam

Il resto lo lascio a TripAdvisor, ovvero musei, ristoranti e attrazioni.

La cucina Olandese è pressochè inesistente e non troppo buona, secondo i miei gusti. Si trovano molti ristoranti da tutto il mondo, in particolare Steakhouse.

Come hotel, invece, la mia scelta è stata lontana dal centro. Questo ha portato sicuramente dei vantaggi, come il parcheggio gratis e il prezzo più basso, ma anche degli svantaggi, come la lontananza dal centro condita dal solito servizio di trasporto pubblico che ad un certo punto diminuisce le corse (una ogni 30 o 60 minuti, onestamente non ricordo). Essendo in 4, però, c’era il vantaggio della divisione della spesa del taxi!

In alternativa, quasi tutti gli hotel offrono un servizio di noleggio bici, il miglior mezzo di trasporto della città! Come ci disse la guida, si può guidare la bici dopo aver bevuto e fumato, fate solo attenzione a non finire in un canale!

Amsterdam


 

 

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Lascia un commento