Progetto Low Cost

Con la creazione di questo blog vorrei far capire che per viaggiare non è sempre necessario spendere un sacco di soldi. Le mie ricette per un’avventura low cost, che però rimarrà nel cuore, sono le seguenti:

  • Quando vado: non alta stagione (ma neanche bassa, perchè vogliamo stare bene)
  • Come vado:
    • aereo: il prezzo varia in base alla stagione e a quanto prenotiamo in anticipo
    • treno: discorso simile all’aereo.
    • pullman: mezzo più scomodo, ma economico. Consigliato solo se il viaggio è medio-lungo, perchè è un mezzo estremamente lento.
    • auto: se viaggiamo usando il car sharing, risparmiamo.
  • Dove dormo: B&B, camere condivise. Un ottimo modo per conoscere gente. Per chi ama la privacy, si possono prediligere camere private in appartamenti condivisi
  • Dove mangio: in tutto il mondo esistono cibi deliziosi economici (trattorie montane in Italia, piuttosto che cibo di strada in Thailandia!)

Nell’articolo che ho scritto riguardo Onomichi (link qui) ho dato un primo chiaro esempio, andando ad indicare il budget che mi ero imposto prima di partire e poi il dettaglio delle spese effettive.

fuji

Questo blog vuole anche essere per me un motivo per viaggiare di più, per scappare dalla routine anche solo per un weekend e andare ad esplorare posti vicini e lontani, spendendo il meno possibile. Nella nostra vita quotidiana, un weekend tipo potrebbe essere: colazione al bar al sabato, cena fuori, bevuta in un locale. Domenica relax con magari un gelato e uno snack in giro. Stimo una spesa (per una persona) di 40€/60€ più i pasti che consumeremo a casa (pranzo al sabato, pranzo e cena la domenica); supponiamo un totale di 55€/75€.

E se con la stessa cifra riuscissimo a fare un weekend in giro, compreso di spese viaggio, vitto e alloggio?

Ora avete compreso al 100% l’idea di questo blog. 🙂

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail